Nuovo dialogo con l'avvocato abruzzese Paolo Vecchioli
Nel dialogo che segue di esprime Paolo Vecchioli, avvocato de L’Aquila di lunga esperienza che, senza giri di parole, e con grande franchezza, esprime nette critiche all’estrema lentezza di un processo (a suo avviso, peraltro, inopportunamente politicizzato) che, nato da una inchiesta del 2014, per presunta sovversione d’ispirazione neofascista, ancora non inizia…e l’estrema lunghezza si configura già nel senso di estrema iniquità. Nonostante l’iter sia in effetti di quasi sette anni, il processo non riesce non solo a chiudersi, ma nemmeno ad aprirsi: è un dato incontrovertibile; in questi anni, peraltro, sono deceduti in attesa di giudizio, due imputati: il 93enne professor Rutilio Sermonti, agli arresti domiciliari, e la consigliera comunale lancianese Katia De Ritis, che aveva conosciuto il carcere: entrambi nel 2016. La De Ritis era stata malata oncologica, e, pur scarcerata per motivi di salute, in prigione aveva in precedenza fatto presente, con il suo avvocato, di non potere essere seguita adeguatamente sul piano sanitario, fin dall’inizio. Tragedia non inaspettata, quindi, quella della morte di Katia De Ritis, che aveva lasciato una madre più novantenne inconsolabile, la signora Dolores. La questione della salute in carcere è al centro dell’attenzione dell’avvocato Paolo Vecchioli, che critica un sistema del “due pesi e delle due misure”, riguardo l’attenzione verso gli imputati, ed auspica una importante riforma della giustizia, che tolga le basi ad una serie di abusi: una riforma che apra le porte ad una maggiore civiltà giuridica, per un rispetto della legalità vero, proprio da parte di chi dovrebbe tutelarla, e non solo di facciata. Ricciardi: “Nel 2014 era partita l'inchiesta "Aquila Nera", su una presunta cospirazione politica, ma il processo ancora non parte, nonostante il tempo oggettivamente enorme trascorso: addirittura, il procedimento giudiziario, incardinato davanti la Corte d'Assise di Chieti, ha subito l'ennesimo rinvio, dal 29 giugno al 29 ottobre, sempre per difetti di notifiche, e situazioni simili: a cosa attribuisce questa irragionevole durata? Ci sarebbe stato da supporre che il processo fosse terminato da tempo, ed invece non è neppure iniziato...” Vecchioli: “Perchè dovrebbero fare questo processo? Golpe "Aquila Nera”? Mobilitazione di forze, CC.,. Polizia, Procure Italiane oltre alla Distrettuale d'Abruzzo, arresti a livello nazionale, nomina difensori , ecc. ecc. per frasi e intenzioni "eversive.." e/o sedicenti tali da parte di molto improbabili golpisti che si scambiano opinioni sulla politica, le istituzioni, Equitalia, ecc. ecc. sicuramente da "chierichetti" se collazionate con il frasario dei sedicenti centri sociali, sardine et similia… compreso il programma demenziale di rubare armi " doppiette" ad un cacciatore per fare un golpe e/o pensare di acquistarle nell'ex Jugoslavia .. .all'epoca ottimo mercato... però senza soldi (sic.) ... Comunque i poveracci coinvolti dalla ridicola tesi della toghetta rossa di turno in carriera, possono essere arrestati e deportati perchè non legati, evidentemente, ed alla faccia del Golpe Fascista...sic., ad alcuna lobby ( come quella potentissima di L.C. che ancora arruola firme prestigiose ma, soprattutto, strapagate nelle sue fila...), quindi parte il massacro non solo mediatico, leggasi Katia De Ritis ed il vecchio combattente della RSI Rutilio Sermonti. Ad esempio...ma non solo... Tutto questo all'inizio dell'inverno 2014, con estrema urgenza, rilevanza e mobilitazione di forze e molto riscontro e rimbalzo mediatico…il 29.10.2021, forse, in quel di Chieti, si celebrerà, finalmente, si spera, una prima udienza, dopo palleggio avanti al GIP AQ, quindi GIP PE, poi regresso al Gip AQ, per finalmente, considerando i reati in rubrica...pervenire avanti alla Corte d'Assise di Chieti. Ma, per caso, qualcuno ha sbagliato e/o studiato poco e male le procedure attinenti le contestazioni e l'incardinamento del processo?? Adesso che finalmente è incardinato, per caso, qualcuno omette, ritarda, sbaglia e/o non opera le notifiche affinchè il processo "Aquila Nera", prima che muoiano tutti, compresi gli avvocati (sic.) e considerando che chi ha inventato il sedicente "Golpe" ormai ha fatto carriera e statistica, quante possibilità ci sono che il 29.10.21 si celebri??” Ricciardi: “A suo avviso il processo, teoricamente su eversione di stampo neofascista, può rischiare di diventare o già di essere un processo politico, per reati di opinione? E quanto, a suo avviso, si basa su fatti reali? Alcune "uscite" verbalmente violente ed insieme confuse erano presenti in alcuni dialoghi: secondo lei, erano da prendere alla lettera, o si trattava forse di uscite "goliardiche", pur infelici, frutto di disagio mentale? C'era chi aveva detto anche questo...” Vecchioli: “Questo è più ed oltre "un processo politico..." basti pensare se gli imputati fossero stati altri..... tutte le inchieste, interrogazioni parlamentari radical-chic al Rolex,,. starnazzamenti politicalcorrect, cortei più o meno arcobaleni con sardine e benpensanti intelletual-sedicenti al seguito, scrittori, saggisti e velinisti tromboni anche pensionati a spese di Pantalone al seguito e via dicendo...si sarebbero mobilitati... Invece nulla.” Ricciardi: “Questa lunga odissea giudiziaria ha visto la morte, in attesa di giudizio, del professor Rutilio Sermonti, imputato a 93 anni, ed agli arresti domiciliari, e di Katia De Ritis, lancianese, consigliera comunale a Poggiofiorito, che in detenzione preventiva in carcere non aveva potuto usufruire di cicli di chemioterapia: fu poi scarcerata, sì, ma con il dubbio che si sarebbe dovuto fare di più: è stato accertato se vi siano stati danni nel diritto alla cura? Certamente sono vicende di grande dolore... lei cosa ne pensa, più specificamente?” Vecchioli: “Tace la Murgia, tace la Boldrini (Katia De Ritis era una donna...sic.), tacciono i garantisti oggi in agitazione per migliorare le condizioni di detenzione di Battisti evidentemente abituato alle mollezze dei tropici...tace la chiesa...tacciono i Radicali forse in attesa degli esiti dei referendum, tacciono destri e sinistri e qui dico per fortuna. Perchè se un magistrato inquirente e/o requirente sbaglia non solo non paga ma fa carriera ?? Perchè una paziente in chemioterapia può essere arrestata e deportata in carcere a Lecce e liberata solo dopo denuncia da parte del difensore e nessuno paga??? (Giudice, PM, medico e direttore del carcere...). Perchè non c'è nessuna inchiesta come per Bolzaneto e S.Maria C.V. ???” Ricciardi: “Ultimamente è partito un nuovo filone dell'inchiesta, sempre dall'Aquila, denominato "Ultima legione": a suo parere, in cosa consiste ed in che modo interpreta questa vicenda collegata?” Vecchioli: “Per me la risposta è la replica a nome "Ultima Legione" nel senso che il sistema è collaudato e funziona e produce frutti (carriera-statistica ) ed impunità considerando chi si va a colpire. Infatti L'Aquila è di nuovo protagonista nel caso di specie e siamo in presenza di un dejà vu..... Proviamo ad immaginare cosa accadrà di nuovo, sempre con palese strabismo sinistro e quali e quanti sciancati della politica verranno coinvolti e pagheranno un prezzo insopportabile. Poi proviamo a pensare se qualche avvocato avesse commesso gli errori che hanno determinato il rimpallo del processo Aquila Nera e/o le omissioni di notifiche e quant'altro ...cosa sarebbe accaduto. “ Ricciardi: “In che modo pensa sia auspicabile una ipotesi di riforma della giustizia? Anche alla luce dell'esperienza, di "Aquila nera", e non solo...” Vecchioli: “Riesco solo a pensare in primis al superamento dello strabismo del politically correct e, quindi, ma comunque dopo, alla riforma della giusizia almeno sulla falsa riga dei referendum in corso. Invito davvero a a firmare per i referendum sulla giustizia e poi andare a votare rappresentanti che garantiscano l'osservanza della volontà popolare contro il delirio di onnipotenza ancora in fieri delle toghe e la castrazione intellettuale e culturale di un Popolo che, anche se si esprime con un referendum, come già capitato... sic. , sia sempre trattato da suddito.....con la complicità radical-chic-politcalcorrect sinistra che fa nebbia con DDL Zan et similia da aggiungere allo strabismo a tutela della casta e prima che essa possa essere travolta dal voto popolare e da quello per il nuovo Presidente della Repubblica... Occhio che in attesa ed al fine di non fare votare...faranno finta di risolvere il variegato e trito problema... delle carceri però " Mutatis mutandis”..." e, nel frattempo..., paga sempre Pantalone…cioè noi…altrimenti l'indipendenza/libertà delle toghe garantite non dalla costituzione ma solo dall'autoreferenzialità de legibus soluto... In fondo come diceva un mio vecchio maestro..." È inutile cambiare i suonatori...bisogna cambiare la musica....". [Questo servizio è stato pubblicato sulla versione on line del giornale "Dea Notizie" e sul giornale telematico "Caserta24ore-Il Mezzogiorno"] Introduzione e quesiti di



Antonella Ricciardi , Intervista ultimata il 13 luglio 2021